Redentore, vini naturali, senza solfiti – Baja restaurant & lounge, Melide

25/07/2018

Aperitivo con i vini Redentore, Melide, 25 Luglio 2018

Presso il ristorante Baja di Melide in Ticino (http://bajamelide.ch/it/) abbiamo avuto modo di presentare e assaggiare i vini della cantina Redentore (http://redentore.eu/)

Redentore è una cantina con sede a Fossalta di Piave di proprietà della famiglia De Stefani, cheproduce vini nel Veneto, in Italia, da quattro generazioni.

Oggi Alessandro De Stefani, quarta generazione, produce vini seconda una filosofia molto naturale, da vigne vecchie ad altissima densità. Valorizzando i vitigni autoctoni, ha sviluppato una distribuzione mondiale, con una produzione limitata a 400.000 bottiglie annue prodotte da 60 ettari di vigneto, segnalati nelle più importanti Guide.

I vini “Redentore” sono ottenuti con la filosofia che contraddistingue il loro modo di operare: naturalità in vigna e in cantina, rispetto delle annate di produzione e qualità senza compromessi.

Nascono dalle vigne di giovane e di media età della zona del Piave e dei colli di Conegliano Valdobbiadene. Il clima, caldo di giorno e fresco di notte, il terreno argilloso e minerale, la vicinanza al mare Adriatico e alle montagne Dolomiti (Alpi) sono elementi determinanti per offrire vini fruttati, freschi e con carattere.

Il nome Redentore deriva dalla storia e dalle tradizioni del territorio di Venezia.

Redentore significa liberatore. In questo caso si riferisce alla liberazione dalla peste che colpì Venezia tra il 1575 e il 1577. Questo avvenimento viene rievocato con una delle feste più tradizionali del territorio, la “Festa del Redentore”. Ogni terzo fine settimana di Luglio i veneziani festeggiano la liberazione dalla peste con un grandioso spettacolo pirotecnico e con sontuose cene sulle imbarcazioni che riempiono il bacino di San Marco.

VINO NATURALE

Questi vini vengono prodotti con un metodo rispettoso con un basso intervento tecnologico invasivo e che il più possibile esalti il territorio, il vitigno, la stagionalità e il lavoro dell’uomo.

E’ stato abolito l’uso di prodotti chimici in vigna e in cantina.

PRINCIPI BIOLOGICI E BIODINAMICI

Nei vigneti si lavora secondo i principi biologici e biodinamici.

Non vengono utilizzati pesticidi, erbicidi, fertilizzanti chimici e insetticidi.

I calendari vengono utilizzati per seguire i cicli della luna e dei pianeti.

Si cerca di creare un ambiente favorevole alla proliferazione di insetti utili (coccinella australiana), e microorganismi del terreno, in modo da migliorare la vita nel vigneto. Viene preparato il proprio compost fertilizzante naturale per migliorare la vitalità del terreno.

SENZA SOLFITI AGGIUNTI

Tutto il processo di vinificazione è svolto senza l’utilizzo di solfiti o altri conservanti.

In un ambiente senza solfiti i lieviti fermentano più liberamente e producono un aroma fine e straordinario. I vini sono imbottigliati senza l’aggiunta di solfiti per la massima genuinità del vino e il piacere del consumatore.

PRINCIPI VEGANI

 In questi vini non vengono usati nessun derivato animale per mantenere ad un alto livello purezza e naturalità. Si lavorano e si trattano le uve e il vino il meno possibile, così facendo si garantiscono genuinità, fragranza e identità.

ENERGIA PULITA

Sopra il tetto della cantina di produzione sono stati istallati 418 pannelli solari che forniscono  il 100% dell’energia di cui ha bisogno la cantina.

Energia da fonti rinnovabili per un ambiente più pulito.

LIEVITI INDIGENI

Dopo anni di ricerca e sviluppo, sono stati identificato nel podere Colvendrame a Refrontolo, nelle colline tra Conegliano e Valdobbiadene, dei ceppi di lieviti con i quali vengono svolte le fermentazioni. Lieviti indigeni naturali per una massima espressione del terroir.

 

VINI

Rossi:

  • Merlot – presenta degli intensi sentori di lampone, viola e ciliegia. Grazie alla sua irresistibile morbidezza è ideale con carni in umido, arrosto di manzo, maiale e formaggi stagionati.
  • Cabernet Sauvignon – presenta degli intensi sentori di frutti di bosco, spezie e vaniglia. Grazie alla sua irresistibile morbidezza è ideale con carni alla griglia e in umido, maiale, agnello e formaggi stagionati.
  • Refosco – presenta sentori di mora, liquirizia, cioccolato fondente fuso e sandalo. È secco, corposo, con tannini morbidi e lascia un prolungato gusto dopo la degustazione. Ideale con sostanziosi piatti di carne, spezzatino e verdure grigliate, specialmente con funghi.
  • Raboso – esprime intense note di ciliegia, lampone e delicati sentori floreali. Grazie al suo carattere deciso è ideale con salumi, carne di manzo in umido e barbeque. Intrigante con carne di maiale, salsicce e formaggi.

 

Bianchi:

  • Pinot Grigio – presenta un elegante profumo fruttato, con sentori di noci e mandorle tostate. La sua freschezza e mineralità lo rendono ideale con antipasti di classe, minestre, risotti di verdure e pesce alla griglia.
  • Chardonnay – esprime il tipico aroma di questa varietà, con sentori di frutta esotica e agrumi. Grazie alla sua freschezza e al gusto ampio ed equilibrato, è ideale come aperitivo, con piatti di pesce, aragoste e spaghetti ai frutti di mare.
  • Sauvignon blanc seduce con il suo colore giallo paglierino e suoi profumi complessi e aromatici, con note di gelsomino, pesca e menta. Grazie al suo stimolante e sapido retrogusto è ideale con asparagi, uova e pesce.

 

Spumanti:

  • Prosecco Brut Millesimato – è di colore giallo paglierino illuminato da un perlage fine e persistente. Presenta aromi di mela e pera, con accenni di agrumi canditi e gelsomino. Ottimo come aperitivo, è ideale con antipasti, pasta, formaggi freschi, prosciutto e salame.

http://redentore.eu/